Premio innovazione Regione Toscana

Repulp è fiera di comunicare che ha vinto il premio innovazione Toscana 2019: il Premio Innovazione Toscana intende far emergere progetti ed esperienze imprenditoriali di successo che, nel corso dell’ultimo biennio, si siano adoperati per il rafforzamento delle radici e delle filiere locali, valorizzandole ed attualizzandole sia nelle produzioni sia nei progetti, e si siano distinti per aver coniugato ricerca, innovazione e risultati economici, nonché per aver contribuito allo sviluppo del territorio toscano attraverso una crescita quantitativa e qualitativa delle proprie attività e una forte attenzione alla creazione e al mantenimento dell’occupazione, con particolare riferimento all’occupazione giovanile e di giovani laureati.

Nella constatazione che Repulp è un’eccellenza regionale, lavoriamo alacremente per arrivare a concludere un percorso che è l’inizio di un nuovo mondo da sviluppare.

 Leggi l’articolo su La Gazzetta di Lucca      

Leggi l’articolo su Lucca in Diretta

Contributi conto acquisti pallet: le regole in attesa dei decreti attuativi

in basso vi è una breve descrizione schematica del decreto: per trovare l’intera legge basta cliccare QUI

 

Decreto Legge – 30/04/2019, n.34 – Gazzetta Uff. 30/04/2019, n.100 convertito, con modificazioni dalla Legge 28 giugno 2019, n. 58. –  Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi. (DECRETO CRESCITA)

Soggetti interessati

Imprese, soggetti titolari di reddito di lavoro autonomo e privati

Decorrenza e Ambito temporale

Anno 2020

Misura dell’agevolazione

Contributo del 25% del costo di acquisto

Importo massimo agevolazione

10.000 euro per ciascun beneficiario per imprese e lavoratori autonomi.

5.000 euro per ciascun beneficiario nel caso in cui i beni NON siano utilizzati nell’ambito dell’attività economica e professionale.

Compensazione

Nel caso di soggetti imprenditori o professionisti il contributo è concesso sottoforma di credito di imposta in compensazione con il modello F24 esclusivamente in via telematica .

Nel caso di soggetti non imprenditori o professionisti che utilizzano i beni non nell’esercizio di impresa o professione il contributo viene corrisposto mediante sconto in fattura ed è rimborsato al venditore mediante credito di imposta di pari importo.

Trattamento fiscale

– Deve essere indicato in dichiarazione dei redditi

-Non concorre alla formazione della base imponibile ai fini delle imposte sui redditi

-Non concorre alla formazione della base imponibile Irap

-Non concorre alla determinazione del pro-rata di indeducibilità degli interessi passivi e delle spese generali

Operatività

In attesa del decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze e con il Ministro dello sviluppo economico. Con tale decreto saranno definiti i requisiti tecnici e le certificazioni idonee ad attestare la natura e le tipologie di materie e prodotti oggetto di agevolazione nonché i criteri e le modalità di applicazione e fruizione dei crediti d’imposta.

Repulp sbarca su Subito.it

Repulp punta a farsi conoscere anche dai privati oltre che dalle aziende, proprio per questo è stata avviata la fase di commercializzazione dei pallet puntando anche sulla clientela retail.

E’ stato scelto di partire da subito.it, ma nelle prossime settimane saremmo attivi anche su altre piattaforme similari.

In calce è possibile trovare il link dei vari annunci che sono stati inseriti sulla piattaforma.

https://www.subito.it/annunciutente/102712522.htm

 
 

Pallet Rinnovato e migliorato

Parte superiore pallet

Repulp inizierà a commercializzare il primo pallet con geometrie ottimizzate per garantire prestazioni che vogliono essere similari al manufatto in legno.

Il pallet è stato portato in un laboratorio e sono in corso test che di ottenere le certificazioni che attestino le prestazioni del pallet.

La strategia è utilizzare i canali tradizionali di vendita senza disdegnare anche il commercio online.

Parte superiore pallet
Parte inferiore pallet
Pallet di lato

Convegno Packaging&Recycling 2019

Marco Severini, in qualità di socio di Repulp Srl e di amministratore di Selene SpA, sarà presente come relatore al convegno Packaging & Recycling 2019, organizzato da Plast Magazine, che si terrà il 3-4 Luglio a Milano.

http://www.plastmagazine.it/convegno-packaging/#

Il titolo dell’intervento sarà: Waste to Resource.

Verranno esposti i progetti, riguardanti il riciclo delle plastiche, di Repulp e di Selene.

Uno dei concetti che realtà industriali come Repulp vogliono trasmettere è che un mondo senza plastica sarebbe poco funzionale e meno bello, quindi non combattiamo per un mondo senza plastica ma per un mondo senza rifiuti, dove le plastiche, alla pari di tutti gli altri materiali, siano riutilizzate e riciclate.

L’economia lineare sta morendo per molte ragioni, probabilmente, la prima tra tutte è l’inefficienza: le aziende del riciclo stanno indicando che l’alternativa esiste ed è perseguibile oggi. Repulp vuole dimostrare che l’efficienza e l’efficacia sono concetti che si sposano sempre più con l’economia circolare.

L’intervento di Marco Severini sarà alle ore 14:30 di Giovedì 4.

Diapositiva1Diapositiva1
Diapositiva2Diapositiva2
Diapositiva3Diapositiva3
Diapositiva4Diapositiva4
Diapositiva5Diapositiva5
Diapositiva6Diapositiva6
Diapositiva7Diapositiva7
Diapositiva8Diapositiva8
Diapositiva9Diapositiva9
Diapositiva10Diapositiva10
Diapositiva11Diapositiva11
Diapositiva12Diapositiva12
Diapositiva13Diapositiva13
Diapositiva14Diapositiva14
Diapositiva15Diapositiva15
Diapositiva16Diapositiva16
Diapositiva17Diapositiva17

Test per lo stampaggio di pallet su un macchinario industriale

r-pallet vista sotto

Test per lo stampaggio di pallet su macchinario industriale

Repulp S.r.l. ha iniziato a fare test per lo stampaggio di pallet su un macchinario industriale, partendo dal granulo plastico proveniente da scarto di pulper.

La plastica eterogenea proveniente da scarto di pulper, dopo essere stata selezionata meccanicamente, estrusa, filtrata ed infine granulata, è stata stampata con geometrie tutt’altro che banali, specialmente se pensiamo al materiale di partenza.

Dopo aver raggiunto questo importante risultato, i prossimi passi saranno volti a migliorare le miscele per ottimizzare ancora di più la fluidità delle plastiche derivanti da pulper, oltre a migliorare la resistenza agli urti e la durezza della miscela plastica una volta solidificata.
Il progetto Ecopulplast, attraverso Repulp S.r.l., spin-off di Selene S.p.A., si avvia ad essere realtà industriale.

r-pallet vista fianco
r-pallet vista sotto
r-pallet vista sopra

Tree-Tower studio di Marketing

Progetto Repulp Tree-tower

Repulp ha commissionato a Tree Tower, spin-off della scuola d’eccellenza IMT Alti Studi, guidata dal Prof. Paggi di svolgere uno studio di Marketing in cui verranno studiate non solo la promozione, la distribuzione e la valorizzazione dei prodotti in essere ed in corso di sviluppo, ma anche quali sono i possibili mercati aggredibili per nuovi prodotti in plastica riciclata che devono ancora essere creati.

Repulp, oltre a continuare a sviluppare il pallet, vuole cimentarsi in nuovi prodotti che possano garantire la massimizzazione del riciclo delle plastiche.

Nel mese di Luglio saranno consegnati i risultati riguardanti gli studi sulle plastiche mentre nel mese di Ottobre sara’ consegnato a Repulp uno studio sulle nicchie di mercato su cui concentrare lo sviluppo commerciale ed industriale in atto.

Progetto di Ricerca con la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa

Scuola Superiore Sant'Anna logo

Progetto di ricerca con la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa

Scuola Superiore Sant'Anna logo

Durante il Life-Ecopulplast, Selene S.p.A.e Versalis, polo chimico di Eni, hanno dato avvio ad un Progetto di Ricerca con il Professor Fabio Iraldo della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. 

Lo studio ha avuto come obiettivo quello di analizzare gli impatti ambientali nel ciclo vita totale di due tipologie di pallet, in legno e in plastica riciclata proveniente da scarto di pulper, e di effettuare una loro comparazione. La valutazione di impronta ambientale (Life Cycle Assessment (LCA)) è stata condotta secondo la metodologia PEF (Product Environmental Footprint) per la valutazione dell’impronta ambientale di prodotto così come definita nella Raccomandazione 2013/179/UE della Commissione, del 9 aprile 2013, relativa all’uso di metodologie comuni per misurare e comunicare le prestazioni ambientali dei prodotti e delle organizzazioni in termini di performance ambientale sull’intero ciclo di vita. 

Inoltre, per il pallet in plastica, la finalità è altresì quella di individuare possibili ambiti di miglioramento delle prestazioni ambientali.
Lo studio ha mostrato come, sotto determinate ipotesi di vita e di utilizzo, il pallet in plastica ottenga buone performances ambientali.

Progetto Repulp UNISA

Università di Salerno logo

Progetto Repulp Unisa

Università di Salerno logo

Repulp S.r.l.ha avviato un progetto di collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Salerno.

L’attività di ricerca avrà come obiettivo la messa a punto di miscele di polimeri riciclati a base di “pulper waste plastics” (ovvero scarti a composizione essenzialmente polimerica provenienti dai processi di riciclo della carta) per la produzione di pallet, a cura del dipartimento di Ingegneria Chimica con un team guidato dal Prof. Luciano di Maio.
Lo studio sarà inoltre mirato a definire il disegno più opportuno del pallet da produrre coerentemente con le migliori proprietà ottenibili dalle miscele studiate, studio a cura del Dipartimento di Ingegneria Meccanica con un team guidato dal Prof. Nicola Cappetti.

La definizione delle caratteristiche geometriche e costruttive del nuovo pallet di dimensioni 130×110 cm, saranno messe a punto sulla base delle migliori prestazioni ottenibili dalle miscele di polimeri riciclati studiati.
La consegna del progetto è prevista per metà Giugno 2019.